Elisabetta Zurru

Elisabetta Zurru
Elisabetta Zurru
Didattica

Ricevimento

Consultare la pagina Aulweb di riferimento. 

Insegnamenti

Altre informazioni

 

Office hours:

Lingue: Thursdays 4 PM (over the first semester, office hours will be online via MS Team. Team code hqs64bq); a message will be posted on the general channel of the Team should any change to the dates/times of my weekly office hours be necessary.  

Lettere: Thursdays 5.30 PM (over the first semester, office hours will be online via MS Team. Team code 3x72u3s); a message will be posted on the general channel of the Team hould any change to the dates/times of my weekly office hours be necessary.   

English Language III 

 

 
Downloadable materials_Archive:

 

Attività di Ricerca

La mia attività di ricerca ha due obiettivi principali. Il primo è studiare i meccanismi funzionali di impiego della lingua inglese in testi postcoloniali in lingua inglese, nel tentativo di identificare ed analizzare quali strategie linguistiche i diversi autori impieghino per esprimere e/o discutere tramite i loro testi, in maniera più o meno implicita, giudizi di valore, ideologie e rivendicazioni identitarie. In particolare, le pubblicazioni “Representing silenced violence: a stylistic analysis” e “Time, History and the Native American Genocide seen through Catherine’s eyes: a Stylistic Analysis” vedono l’applicazione degli strumenti teorici e metodologici forniti dalla stilistica, dalla pragmatica e dalla narratologia; la pubblicazione “Translating Postcolonial English: The Italian Translation of D. Walcott’s The Odyssey: A Stage Version” vede la combinazione fra tali strumenti teorico-metodologici e il paradigma fornito dai translation studies, interesse di ricerca, quest’ultimo, legato ai miei studi universitari sulla traduzione; la pubblicazione “Islands, Rivers, Tigers, Humans: an ecostylistic analysis of The Hungry Tide by Amitav Ghosh” è il risultato di un recente sviluppo all’interno del paradigma della stilistica, l’ecostilistica, nato a partire dal XXX Convegno della Poetics and Linguistics Association (PALA) The Language of Landscapes, che ha portato alla nascita del PALA Special Interest Group LAND-SIG, di cui la dott.ssa Zurru fa parte ed è convenor (https://www.pala.ac.uk/land-sig.html); la pubblicazione “In viaggio attraverso un Mare di Papaveri: dal superamento della frontiera geografica al superamento della frontiera culturale”, infine, applica invece gli strumenti analitici forniti dalla teoria comparata della letteratura allo studio di un testo postcoloniale, e deriva da un filone di ricerca intrapreso durante il Corso di Dottorato. Nell’ottobre 2011 il Progetto di Ricerca “Analisi dell’espressione linguistico-stilistica dell’alterità nelle produzioni letterarie e non dei paesi di lingua inglese”, di cui sono stata responsabile scientifico, è stato inoltre finanziato nell’ambito della procedura di finanziamento dei Progetti di Ricerca di Ateneo (PRA 2011) dell’Università degli Studi di Genova, il che ha permesso alla Dott.ssa Zurru di focalizzare ulteriormente le proprie ricerche sulla tematica dell’alterità e sulla sua creazione e rappresentazione testuale su basi linguistico-discorsive, interesse di ricerca a cui si deve, fra le altre cose, la partecipazione al Convegno Internazionale PALA 2012 con un contributo dal titolo “A Narrative of Alterity in/through Stereotypes and Clichés in Amitav Ghosh’s Sea of Poppies: A Stylistic Analysis”. Uno sviluppo di questo filone di ricerca costituisce l’interesse specifico del Progetto di Ricerca “La costruzione e rappresentazione linguistica dell’’Altro’ nei testi in lingua inglese”, di cui sono stata responsabile scientifico e che è stato finanziato nell’ambito della procedura di finanziamento dei Progetti di Ricerca di Ateneo (PRA 2012) dell’Università degli Studi di Genova. All’interno delle attività di ricerca connesse con il suddetto progetto si situa l’organizzazione del Convegno Internazionale “Representing Alterity in Society in Crisis: The Construction and Representation of the Other in Society and in Texts”, che si svolgerà presso l’Università degli Studi di Genova dal 28 al 31 luglio 2014.

Il secondo obiettivo è applicare gli strumenti teorico-metodologici forniti da stilistica e pragmatica ad una tipologia testuale diversa da quella letteraria, ovvero a testi multimodali quali lungometraggi e lungometraggi animati. In particolare, l’analisi linguistica è stata anche in questo caso funzionale alla riflessione su questioni legate alla caratterizzazione dei personaggi (pubblicazioni “From a Barbie Girl to a Fighter: Carla Jean Moss Stands up to Death”, “A Linguistic and Multimodal Analysis of the Construction of the Character of Anton Chigurh in No Country for Old Men” e “Breaking the Crystal Shoe: A Multimodal Stylistic Analysis of the Character of Cinderella in the Shrek Saga”) e all’ideologia di genere, anche come espressione dell’alterità (pubblicazioni “Fairy Tales at the Crossroads: Princesses’ Awakening in Shrek the Third” e “Patriarchy and Alterity: Reconsidering (Female) Identity and its Construction” – quest’ultima scritta in collaborazione con J. Douthwaite).

Un terzo obiettivo di ricerca ha iniziato a svilupparsi nel 2013, quando, nell’ambito della procedura di finanziamento dei Progetti di Ricerca di Ateneo (PRA 2013) dell’Università degli Studi di Genova, sono entrata a far parte del gruppo di ricerca sul progetto “Investigating new lines of enquiry into metaphor”, sfociato l’anno successivo nel PRA 2014 ‘La Metafora: nuove linee di indagine’, di cui sono diventata responsabile scientifico. Questi due Progetti di Ricerca di Ateneo hanno costituito il nucleo fondante del progetto ‘Nuove prospettive nella ricerca sulle metafore’, che è stato finanziato nell’ambito del Bando PRIN 2015 come Progetto di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale e che coinvolge, oltre all’Unità copofila dell’Università di Genova (PI: Prof. Michele Prandi), anche due unità presso l’Università di Torino e l’Università di Cagliari.

La mia attività di ricerca si focalizza pertanto sulla studio della lingua come sistema di comunicazione piuttosto che come sistema formale: tramite approcci quali stilistica, pragmatica, narratologia, discourse analysis, critical discourse analysis, language and gender, media studies, ecolinguistics e ecostylistics e metaphor studies, mi interesso dell’individuazione e analisi delle caratteristiche linguistiche di testi appartenenti a diverse tipologie testuali, così da poter procedere all’investigazione della caratterizzazione dei personaggi, degli stereotipi, delle rivendicazioni identitarie e della Weltanschauung che i testi presi in esame riflettono od oppongono.

CV_EZ